The Tyranny of Merit — Posthegemony

Like Michael Young, Michael Sandel frames his critique of meritocracy in terms of a populist backlash against elite condescension but also (hot off the press and presumably added at the last minute) in terms of the botched response to the current global COVID pandemic. Focusing on the United States, he argues that the country was […]

The Tyranny of Merit — Posthegemony

Una opinione su "The Tyranny of Merit — Posthegemony"

  1. Un’interessante disamina dei concetti di “merito” e “meritocrazia”, svolta da uno dei più importanti filosofi politici statunitensi, Michael Sandel. La recensione, fatta da Jon Beasley-Murray, nel blog “Posthegemony”, mette in luce i concetti portanti della riflessione di Sandel. Come poi lo stesso recensore spiega, Sandel sembra guardare con sospetto ogni forma di meritocrazia, non soltanto perché invariabilmente distingue nettamente i “vincitori” e i “perdenti” (quasi andandoli a collocare in mondi distinti), “ma soprattutto perché i vincenti in un sistema meritocratico ritengono di meritare la loro vittoria (e i perdenti sono indotti a credere di meritare la loro sconfitta)”.
    Ricondurre tutto, ovvero tutti i contenuti e le regole del “patto sociale”, soltanto al “merito” elimina dall’orizzonte il tema del “common good”, che potremmo tradurre, più che con “bene comune”, con ciò che è “comune”, nel senso di ciò che fonda le basi della società e della cooperazione. In effetti, l’eccesso di enfasi sulla “competitività” e sulla competizione – tipico del linguaggio politico dominante oggigiorno – fa dimenticare che la cooperazione è almeno altrettanto importante della competizione e della “lotta per primeggiare”: se affidassimo le sorti delle società e degli Stati soltanto a questa lotta, in realtà dissolveremmo il senso stesso della comune appartenenza e della “polis” e ci avvicineremmo a passi più o meno rapidi verso lo “scenario infernale” del mondo senza Stato immaginato da Hobbes e rappresentato dalla massima “Homo homini lupus”.
    Altre riflessioni interessanti sulla meritocrazia, che scalfiscono i luoghi comuni, si trovano anche nella distopia scritta da un altro autore americano, Michael Young, nel 1958, e intitolata “The Rise of the Meritocracy”, anch’essa recensita nel blog “Posthegemony”. A Young ha fatto riferimento, tra gli altri, anche Christopher Lasch, altro acuto critico della “meritocrazia”.
    Ma molto si potrebbe dire su questo argomento, proprio a partire da analisi come quelle di Sandel, di Young e di Lasch. Magari tornerò sul tema.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

The Walking Debt

by Maitre_à_panZer - Il debito è affare troppo serio perché se ne occupino gli economisti

Viandanti delle Nebbie

ai viandanti, ai viaturi e ai viandati

L'arte politica della filosofia

Contro l'autoritarismo, per l'autorevolezza. Discutiamo via email (cassonealberto@gmail.com) dei temi qui trattati.

Foucault News

News and resources on French thinker Michel Foucault (1926-1984)

Les Livres de Philosophie

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

Il canto delle sirene

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

diciottobrumaio

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

il mangiacarte

Libri e recensioni maleducate

Nonrival

A blog about innovation, economics, media, and more.

BIOPOLITICAL PHILOSOPHY

provides up-to-date information and cutting-edge critical analysis of biopolitical asymmetries and other mechanisms and effects of power in philosophy and beyond

Equality by lot

The democratic potential of sortition

The Disorder Of Things

For the Relentless Criticism of All Existing Conditions Since 2010

Progressive Geographies

Thinking about place and power - a site written and curated by Stuart Elden

Posthegemony

Something always escapes!

RETROGUARDIA 3.0 - Miscellanea

quaderno elettronico di critica letteraria a cura di Francesco Sasso e Giuseppe Panella (2008-2019)

PHILOSOPHICA & THEOLOGICA

Argomenti vari di natura filosofica e teologica, ma non solo. A cura di Lorenzo Cortesi

Filosofia e nuovi sentieri

«Mi rappresento il vasto recinto delle scienze come una grande estensione di terreno disseminato di luoghi oscuri e illuminati. Lo scopo delle nostre fatiche deve essere quello di estendere i confini dei luoghi illuminati, oppure di moltiplicare sul terreno i centri di luce. L’un compito è proprio del genio che crea, l’altro della perspicacia che perfeziona» Denis Diderot

CRITICA IMPURA

letteratura, filosofia, arte e critica globale - a cura di Sonia Caporossi

Re-Movies

Il Cinema di chi ama il cinema

Tracking Extinction

Esplorare le origini storiche della Sesta Estinzione per comprenderne le conseguenze sulla nostra esistenza

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: