Il padre di famiglia, di Nanni Loy (1967) — Re-Movies

di Girolamo Di Noto Il padre di famiglia appartiene ad un’epoca d’oro del cinema italiano, quando registi del calibro di Monicelli, Scola, De Sica rappresentavano il nostro paese con grande realismo, ironia e profondità. Il film di Nanni Loy rientra di diritto nel gruppo di coloro che partono da un’analisi attenta della realtà perché rimane […]

Il padre di famiglia, di Nanni Loy (1967) — Re-Movies

Una opinione su "Il padre di famiglia, di Nanni Loy (1967) — Re-Movies"

  1. Un film senz’altro “invecchiato bene”, anzi benissimo: è uno spaccato molto accurato delle mutazioni nel rapporto fra “pubblico” e “privato”, nei cruciali anni Sessanta in Italia. I ruoli familiari stavano subendo una trasformazione (il film è del 1967), ma si era ancora nel pieno di una fase di transizione; si avvertiva l’inadeguatezza dei vecchi schemi, però questi sopravvivevano ancora, per molti aspetti; il ’68 era alle porte, ma non essendo ancora “entrato in scena”, non aveva avuto modo di operare quegli “scossoni” nel senso comune, nella morale diffusa e nella coscienza pubblica, i cui effetti si avvertiranno solo nel decennio successivo.
    All’epoca questo film venne classificato come buono, ma tutto sommato “minore” nell’àmbito della filmografia di Nanni Loy (che annovera titoli come “Detenuto in attesa di giudizio”, “Le quattro giornate di Napoli” o “Cafè express”); invece credo che abbia una forza comunicativa, e insieme una delicatezza di tratto, che meritano una menzione speciale e una rivalutazione. Non un’opera “secondaria”, quindi, ma un ritratto acutamente e minuziosamente eseguito di un pezzo reale della società del suo tempo, arricchito – come la recensione giustamente dice – da una corroborante dose di ironia “empatica”. Ottimi gli interpreti, primo fra tutti Manfredi.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Terracqueo

MultaPaucis - Blog di Viaggi on The Road

gianfrancopasquino

QualcosaCheSo

The Walking Debt

by Maitre_à_panZer - Il debito è affare troppo serio perché se ne occupino gli economisti

Viandanti delle Nebbie

ai viandanti, ai viaturi e ai viandati

L'arte politica della filosofia

Contro l'autoritarismo, per l'autorevolezza. Discutiamo via email (cassonealberto@gmail.com) dei temi qui trattati.

Foucault News

News and resources on French thinker Michel Foucault (1926-1984)

Les Livres de Philosophie

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

CARTESENSIBILI

Colui che non riesce a trovare spazio per gli altri manca di comprensione, e a chi manca di comprensione tutti risultano estranei.- Zhuāngzǐ

Il canto delle sirene

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

diciottobrumaio

Osservazioni e confronti, per tempi di perplessità

il mangiacarte

Libri e recensioni maleducate

Nonrival

A blog about innovation, economics, media, and more.

BIOPOLITICAL PHILOSOPHY

provides up-to-date information and cutting-edge critical analysis of biopolitical asymmetries and other mechanisms and effects of power in philosophy and beyond

Equality by lot

The democratic potential of sortition

The Disorder Of Things

For the Relentless Criticism of All Existing Conditions Since 2010

Progressive Geographies

Thinking about place and power - a site written and curated by Stuart Elden

Posthegemony

Something always escapes!

RETROGUARDIA 3.0 - Miscellanea

quaderno elettronico di critica letteraria a cura di Francesco Sasso e Giuseppe Panella (2008-2019)

PHILOSOPHICA & THEOLOGICA

Argomenti vari di natura filosofica e teologica, ma non solo. A cura di Lorenzo Cortesi

Filosofia e nuovi sentieri

«Mi rappresento il vasto recinto delle scienze come una grande estensione di terreno disseminato di luoghi oscuri e illuminati. Lo scopo delle nostre fatiche deve essere quello di estendere i confini dei luoghi illuminati, oppure di moltiplicare sul terreno i centri di luce. L’un compito è proprio del genio che crea, l’altro della perspicacia che perfeziona» Denis Diderot

CRITICA IMPURA

letteratura, filosofia, arte e critica globale - a cura di Sonia Caporossi

Re-Movies

Il Cinema di chi ama il cinema

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: